ARTIST STATEMENT



I consider my painting strictly connected with the history of the eye and the vision. Where the eye becomes a sensitive membrane, a filter. I associate the pictorial space to a threshold, to a subtle screen suspended between two dimensions as a frontier, a passage. What I paint is something possibly situated between the eye and the soul, an unknown place that we could define the rift between the physical world and the spiritual, in its dissolving.

Considero la mia pittura profondamente connessa con la storia dell’occhio e della visione. Dove l’occhio diventa una membrana sensibile, un filtro. Associo lo spazio pittorico a una soglia, uno schermo sottile sospeso tra due frontiere, un passaggio. Ciò che dipingo probabilmente è qualcosa situato tra l’occhio e l’anima, un posto sconosciuto che potremmo definire come la frattura tra il mondo sensibile e quello spirituale, nel suo dissolversi.

Matteo Montani